sabato 22 ottobre 2011

Weekly In and Out: Cardigan and Skulls

IN
The use of knitting yarn goes back to very ancient times, but sweaters and cardigans make their way into fashion only between 1920 and 1950, thanks to the growing popularity of sports such as skiing, which require warm clothing. In recent decades, the cardigan, which until recently was a masculine garment, is revisited in different colors and shapes, to become clothing of every woman in the closet inevitable. A few years ago the cardigan, which is also called by Anglo-Saxon countries "Boyfriend Cardigan", just to indicate a garment stolen from the male wardrobe, has become the must-have for all fashionistas. Especially the model along, almost to the knees, which goes well with dresses, leggings, t-shirts and many other outfits. For me it's In, inevitable, I have so many colors, and I can use it in many occasions.



L'uso di lavorare a maglia i filati risale a tempi molto antichi, eppure maglioni e cardigan fanno il loro ingresso nella moda soltanto tra il 1920 e il 1950, anche grazie alla crescente popolarità di sport come lo sci, che richiedono indumenti caldi. Negli ultimi decenni poi, il cardigan, che fino a poco prima era un indumento prettamente maschile, viene rivisitato in diversi colori e forme, per divenire capo immancabile nell'armadio di ogni donna. Da pochi anni il cardigan, che nei paesi anglosassoni chiamano anche "Boyfriend Cardigan", proprio per indicare un indumento rubato al guardaroba maschile, è diventato il must have di tutte le fashioniste. Soprattutto il modello lungo, quasi alle ginocchia, che si abbina a vestitini, leggings, t-shirt e tanti altri outfits. Per me è In, immancabile, ne ho di tanti colori, e riesco ad utilizzarlo in tantissime occasioni.

Missoni

Gucci

D&G

Blugirl


OUT
Today I classify among out something that is very much in fashion this year. It seems that I want to make the alternative. But it is not. Simply I believe that fashion should be adapted to each person and every taste. It is said that everything that is fashionable, is beautiful. This can only think of a person who lacks personality. Do you have in mind the skulls? In recent years we have seen theme on scarves and shirts. This year we will see them as jewels, rings, necklaces, and as an accessory to embellish handbags and purses. The skull was used as an accessory in '800 to call the concept of 'Memento Mori': "Earthly life is a fleeting moment compared to eternity". A profound concept. But the skull as a clothing accessory I still find it unpleasant. Now recognizable symbol of the fashion house Alexander McQueen, for me it Out.



Oggi classificherò tra gli out una cosa che va tantissimo di moda quest'anno. Sembra quasi che voglia fare l'alternativa. Ma non è così. Semplicemente credo che la moda vada adattata ad ogni persona e ad ogni gusto. Non è detto che tutto ciò che va di moda sia bello. Questo può pensarlo soltanto una persona che manca di personalità. Avete presente i teschi? Negli ultimi anni li abbiamo visti su sciarpe e magliette. Quest'anno li vedremo come gioielli, anelli, collane, e come accessorio che impreziosisce borse e pochette. Il teschio era già utilizzato come accessorio nell' 800 per richiamare il concetto del 'Memento Mori': "La vita terrena è un attimo fugace in confronto all'eternità". Un concetto profondo. Ma il teschio come accessorio di abbigliamento continuo a trovarlo poco gradevole. Simbolo ormai riconoscibile della casa di moda Alexander McQueen, per me è Out.

Alexander McQueen


Alexander McQueen

Alexander McQueen

0 comments:

Posta un commento