martedì 17 aprile 2012

Street Cool - Guida Fotografica al Vestire Contemporaneo

I received "Street Cool - Photographic Guide to Contemporary Dress" and I read it in one breath. For lovers of fashion mainly understood as a form of expression and communication, as a culture, is the ideal book. Written by Andrea Batilla, art director of Mi Milano Prét-a-Porter and collaborator, with Franca Sozzani, for the Vogue Talents project, has a quirky and colorful graphics, very close to that of fashion blogs. "Unlike many blogs, however - we read in the preface - we tried to give a precise meaning to what we found and photographed, without stopping for a simple 'I love'". What, anyone who ventures to talk about fashion, should be able to do.
The photographic material is captured from the streets of European capitals, and the author takes us with these images and found hundreds of styles, ways of dressing, and for each of them helps us to find the right interpretation, the historical derivation, the message that an outfit can communicate.
A book that, while using the simple and easy language that distinguishes the phenomenon of fashion blog, confirms that "dress, as every communication project, requires culture, taste and attention as well as a good dose of light".
The key word is the 'personalization' and a new consciousness: "To develop a unique style of dress is to have unique personalities and communicate it to the world".




Ho ricevuto "Street Cool - Guida Fotografica al Vestire Contemporaneo" e l'ho letto tutto d'un fiato. Per gli amanti della moda intesa soprattutto come forma di espressione e comunicazione, come cultura, è il libro ideale. Scritto da Andrea Batilla, art director di Mi Milano Prét-a-Porter e collaboratore, con Franca Sozzani, al progetto Vogue Talents, ha una grafica colorata e ironica, molto vicina a quella dei blog di moda. "Diversamente da tanti blog però - si legge nella prefazione - abbiamo cercato di dare un significato preciso a quello che abbiamo trovato e fotografato, senza mai fermarci ad un semplice 'adoro' ". Quello che, chiunque si avventuri a parlare di moda, dovrebbe essere in grado di fare.
Il materiale fotografico è catturato dalle strade delle capitali europee, e l'autore ci accompagna con queste immagini alla scoperta di centinaia di stili, modi di vestire, e per ognuno di essi ci aiuta a trovarne la giusta interpretazione, la derivazione storica, il messaggio che un outfit può comunicare.
Un libro che, pur utilizzando il linguaggio semplice e veloce che contraddistingue il fenomeno dei blog di moda, conferma che "vestirsi, come ogni progetto di comunicazione, richiede cultura, attenzione e gusto oltre che una buona dose di leggerezza". 
La parola chiave rimane la 'personalizzazione' e una nuova consapevolezza: "Sviluppare un modo di vestire unico vuol dire avere personalità unica e comunicarla al mondo". 









5 comments:

thanks for your cool advices

wow che forte! era da un bel pezzo che non mi fermavo sul tuo blog e ogni volta non mi deludi :-) non sapevo di questo libro/guida, credo che sarà il mio prossimo acquisto... "Diversamente da tanti blog però - si legge nella prefazione - abbiamo cercato di dare un significato preciso a quello che abbiamo trovato e fotografato, senza mai fermarci ad un semplice 'adoro' ". Quello che, chiunque si avventuri a parlare di moda, dovrebbe essere in grado di fare." io adddoooooro questa affermazione!! ;-))

Peggy grazie...ovviamente sai che la stima è reciproca! Il virgolettato è una frase che trovi nella prefazione, invece la frase "Quello che, chiunque si avventuri a parlare di moda, dovrebbe essere in grado di fare" l'ho detta io..e me ne assumo le responsabilità ;;)))Quanto al libro...è davvero da leggere!Interessantissimo.Diciamo "adoro" !:)

Good tips..i m your fan!Galway

Posta un commento