lunedì 24 settembre 2012

MFW, the 'exotic punk' woman of Paola Frani

September 19, 2012, the fashion show of Paola Frani at Milan Fashion Week, one of the calls that made me more proud. She beamed, the models with wild and unkempt hair and super made up and intense eyes. And we quickly understand the mood of her 2013 S/S: mysterious femininity , exotic colors and natural fibers, architecture and strict cuts, apparently almost incomplete, punk, in short.
A sophisticated and essential woman, based on a combination of stylistic registers that appear to be incompatible. Linear black cuts mark the powder colour of the sheath dress and compact jersey net arranges itself on the scuba-effect, bandeau skirt. At the same time, morefluid shapes lighten and free the body: boy-fit cotton batiste shirt and wide multi-layer bitter yellow silk trousers.
Swirls of color come to life on dresses, cardigans and shirts in a mix that is meant to represent 'the zero point of consciousness.' A mix of lines and colors that are combined and are sweet and dark at the same time. So Paola Frani tells a woman that reinvents, mixes and evolves herself.



19 Settembre 2012, sfilata di Paola Frani alla Milano Fashion Week, uno degli inviti che mi ha resa più orgogliosa. Lei raggiante, le modelle con acconciature wild e spettinate e occhi truccatissimi e intensi. E si comprende subito il mood della sua P/E 2013: femminilità misteriosa, colori esotici e fibre naturali, architetture rigorose e tagli netti, all'apparenza quasi incompleti, punk insomma.
Una donna sofisticata ed essenziale, articolata su un accostamento di registri stilistici all'apparenza inconciliabili. Silhouette anatomiche si confondono con volumi oversize. Lineari tagli in nero segnano profondamente il cipria dell’abito in guaina; la rete di jersey compatto si struttura nella gonna fasce effetto scuba. Contemporaneamente forme più fluide alleggeriscono e liberano il corpo: boy-fit shirt in batista e pantaloni larghi multistrato in seta giallo bitter.
Vortici di colore rivivono su abiti, cardigan e camicie in un mix che vuole rappresentare 'il punto zero della coscienza'. Un mix di linee e colori che accostati sono dolci e allo stesso tempo cupi. Così Paola Frani racconta una donna che si reinventa, mixa e si evolve.
















































5 comments:

Complimenti per la descrizione egregia, meriteresti mille ''mi piace'' se la gente leggesse i blog ben fatti e non quelli banali e senza professionalità @Pam@

Thank you Manuela, from now i know a new amazing italian fashion designers.....!!! JaMy

Grazie Pam. Thanks too much Jamy, she is a big fashion designers:)

Ohhh..i like Paola Frani and your blog too./)

Ciao! Se ti va passa da me e partecipa al mio primo giveaway, in palio un paio di orecchini ed un ombretto Givenchy! In bocca al lupo,bacio! Paolo

Posta un commento