mercoledì 19 dicembre 2012

Terzo Stato: qual è il nostro futuro?


1° FORUM SUL PRECARIATO GIORNALISTICO NEL MOLISE 
Campobasso, 20 dicembre 2012

Giovedì 20 dicembre, dalle 10 e 30 alle 13 e 30, il Terzo Stato-Coordinamento dei giornalisti precari del Molise, organizza e inaugura il 1° Forum di discussione sul precariato nell’informazione molisana. L’appuntamento, che si terrà presso l’Incubatore Sociale ‘Incontra’ in via Monsignor Bologna, n.15, a Campobasso, vedrà la partecipazione del presidente nazionale dell’Ordine dei giornalisti, Enzo Iacopino, del costituzionalista dell’università di Padova, Daniele Trabucco e dei vertici di Assostampa Molise e Ordine regionale che saranno gli interlocutori del dibattito che si terrà a conclusione dei lavori. Moderatrici dell’evento saranno le fondatrici del Coordinamento, Assunta Domeneghetti e Carmela Mariano. Pertanto, l’invito è esteso a tutti i colleghi, dipendenti, collaboratori e freelance, di qualunque testata. 
L’incontro muove dall’esigenza di compiere il primo passo verso un confronto sempre più serrato sullo stato di salute del nostro settore. Un’esigenza che il Terzo Stato, movimento spontaneo nato e sviluppatosi attraverso i social network, avverte come sempre più pressante soprattutto per quelle giovani leve che si stanno affacciando ora alla professione.
In pochi mesi, la pagina Facebook del Coordinamento è riuscita a superare i 150 iscritti, pubblicisti per lo più, che hanno scelto questo luogo virtuale per raccontare le proprie storie, per informarsi e informare su temi decisivi, come, ad esempio, la Carta di Firenze, l’equo compenso e la diffamazione a mezzo stampa. Ora è arrivato il tempo di spostare la discussione dal piano virtuale a quello reale.
Il Forum non vuole essere un luogo in cui trovano spazio monologhi unidirezionali, ma una sorta di "piazza" messa a disposizione dei colleghi per raccogliere principalmente le istanze e il disagio dei giornalisti molisani al fine di portare all'attenzione di Ordine e sindacato le diverse realtà esistenti nelle redazioni.
L’evento è stato finanziato dagli stessi giornalisti membri del Coordinamento.


0 comments:

Posta un commento